• Ambiente e Cultura

Laboratori all’abbazia di Chiaravalle

Alla scoperta dell’Abbazia di Chiaravalle

Fondata nel 1135 da San Bernardo, l’Abbazia di Chiaravalle rappresenta uno straordinario esempio di rara bellezza artistica e architettonica. Gli affreschi che si trovano all’interno della chiesa sono realizzati da importanti artisti italiani quali Stefano Fiorentino, primo allievo di Giotto, Bernardino Luini, i fratelli Fiammenghini e il Genovesino, mentre il chiostro ospita una spettacolare vista sulla Ciribiciaccola, antica torre nolare un tempo sede dei nidi di cicogne.
Ancora oggi il monastero è abitato dalla tradizionale comunità monastica cistercense, che incarna un esempio attuale e proficuo di vita sostenibile: sobrietà, condivisione, accoglienza, ricerca dell’autosufficienza e tutela del territorio sono i principi su cui si fonda la quotidianità del monastero.
Il progetto didattico, grazie all’attività «Aguzza la vista» stimola gli studenti nell’osservazione e nello studio degli affreschi in modo interattivo, rendendoli protagonisti nella visita.
Il percorso può essere svolto a scuola oppure on line attraverso un innovativo Virtual Tour 360° che contiene elementi multimediali interattivi (fotografie, video, mappe e documenti storici, box informativi…)


Semine, farine, mulino

L’Abbazia di Chiaravalle ha avuto un ruolo di eccellenza nella trasformazione storica del territorio attraverso opere di bonifica e di messa a coltura dei campi.
Il Mulino di Chiaravalle è stato il luogo in cui i monaci hanno trasformato i chicchi in farina, alimentando gli abitanti del territorio della città di Milano nel Medioevo.
La macchina molitoria è stata restaurata nel 2009 utilizzando esclusivamente legno di rovere e macina in pietra ed è stato riattivato nel 2019 grazie alla forza motrice dell’acqua proveniente dal depuratore di Nosedo. Il percorso didattico permette di sperimentare a mano vari metodi di macinazione e di conoscere la varietà di spighe, semi e farine e approfondire i loro aspetti nutrizionali, alimentari e culturali.

 

Il monaco erborista

È nei monasteri che, nel Medioevo europeo, sono state sviluppate le conoscenze erboristiche all’interno di quello che un tempo veniva chiamato Hortus Conclusus. I monaci difatti accoglievano gli infermi e i malati curandoli con i preparati erboristici.
Nel Mulino dell’Abbazia di Chiaravalle è stato ricostruito un orto delle erbe officinali (orto dei semplici) da utilizzare sia in cucina che in erboristeria.
La giornata a Chiaravalle guida i bambini alla scoperta delle proprietà delle piante officinali, stimola alla ricerca di ciò che è naturale, biologico e non tossico, ed educa all’autoproduzione per ridurre l’impatto dei prodotti sull’ambiente e per conoscere la provenienza delle materie prime.
Grazie all’aiuto dell’alambicco, i bambini e ragazzi imparano ad estrarre dalle piante il loro olio essenziale e lo utilizzano per la realizzazione di sacchetti di sali da bagno aromatizzati.

 

Il Bardo di Chiaravalle – attività di accoglienza

Nel medioevo era spesso presente un Bardo, ossia poeta, esperto di storia orale a volte anche musicista che narrava imprese e gesta.
“Il bardo di Chiaravalle” è un percorso didattico pensato per le scuole secondarie: è una giornata di accoglienza che permette agli studenti di vivere insieme un’esperienza per porre le basi per un clima scolastico di fiducia e collaborazione in cui ognuno può esprimersi secondo le proprie specificità e iniziare a costruirsi il proprio ruolo nella nuova classe.
Il percorso si articola in storie, immagini e colori per raccontare, nei panni di un cantastorie, cosa c’è nell’Abbazia di Chiaravalle milanese. Le attività prevedono un breve tour del complesso monastico. I ragazzi, suddivisi in gruppi, si effettuano l’osservazione e lo studio di un affresco della chiesa. Successivamente ogni gruppo rielabora l’osservazione e la visita per raccontare lo specifico affresco ai compagni, scegliendo la modalità preferita: come un cantastorie raccontandolo in rima, teatralizzandolo, rappresentandolo con immagini… 

A chi è rivolto

Scuola primaria e scuola secondaria di primo grado

Incontri

Uscita di mezza giornata, uscita di mezza giornata con pranzo al sacco in struttura, uscita giornata intera

Costo

180-230€

Prenotazioni

prenotazioni@koinecoopsociale.it
lun-ven 9.00-17.00 tel 3209572736

Condividi su

News

Tornano i Centri estivi ambientali dove proponiamo a bambini e ragazzi un’esperienza di socializzazione e di conoscenza, facendo viver loro attività di avventura, gioco,
giochiamo al centro estivo

Credits

Immagine coordinata e creatività:
lateral.biz

Sviluppo: 
dotnext.it